20 dicembre, 2014

Polpette di lenticchie

E' un periodo che non non mi va di mangiare la carne. Ho sempre pensato che i vegetariani mangiassero cose poco appetitose, e poco saporite, invece mi sono dovuta ricredere.
Oggi ho preparato delle polpette di lenticchie, come fa mia sorella per mia nipote che è vegetariana e devo dire che mi ispiravano poca fiducia, invece sono buonissime e le ho mangiate con molta soddisfazione.

Ingredienti:

1 scatola di lenticchie oppure potete lessarle voi
2 cucchiai di grana grattugiato
2 cucchiai di pane grattato oppure 1 fetta di pane bagnata nel latte
prezzemolo tritata
3 cucchiai di latte
1 piccola patata
sale e pepe


Preparazione 

Mettete le lenticchie lessate in una ciotola unite la patata grattugiata fine fine, il formaggio, il pane grattato il prezzemolo sale e pepe e frullate con un frullatore ad immersione. Regolatevi da sole se sono troppo morbide unite altro pane grattato, troppo dure unite altro latte. Formate delle polpettine schiacciate e mettete in forno su carta forno con 1 cucchiaio di olio a 180° per 15 minuti, fino a che sono rosolate.
squisite e semplici per una cena sfiziosa.
 

17 dicembre, 2014

palline di polenta (nakos ball)

Eccomi di nuovo in cucina a preparare uno sfizioso e insolito stuzzichino.
Come ormai saprete a me piace cucinare cose semplici, con ingredienti  facilmente reperibili in dispensa. Oggi ho utilizzato della farina per polenta precotta che era rimasta in dispensa, poca per preparare una polenta ma sufficiente per preparare dei simpatici stuzzichini.
Ecco quà:
 
 
 Ingredienti per 20 palline:

150 gr di farina per polente istantanea
150 gr di acqua tiepida
1 cucchiaino di paprica dolce o di curcuma
1 bel pizzico di sale
olio per friggere

Preparazione:
 
Mettere in una ciotola la farina, il sale, la curcuma o la paprica aggiungere piano piano l'acqua formare una palla compatta. Fare delle palline e friggere in abbondante olio caldo. Servire su degli stuzzicadenti, volendo potete prepare della salsa rosa  con maionese e ketchup in cui intingerli.
Voilà l'antipasto è pronto, buono e  simpatico,  i bambini li adorano.

11 novembre, 2014

Tortino ricotta e tartufo

Che buoni i tartufi, domenica sono andata a Fabro in Umbria alla sagra del tartufo e ne ho fatto una bella scorta, come potevo resistere?
Ho preparato questo sformatino con ricotta e tartufo semplicissimo ma ottimo anzi direi buonissimo con una grattugiata di tartufo sopra.


Ingredienti:

300 gr. di ricotta
3 cucchiai di parmigiano 
2 cucchiai di latte o di panna
2 rossi d'uovo
prezzemolo
una noce di burro
sale
tartufo

Preparazione:

Mettete in una ciotola la ricotta, il parmigiano, il latte le uova il sale e un pizzico di prezzemolo tritato e mantecate bene. Ungete con il burro  dei  contenitori da tortino in alluminio, quelli usa e getta, riempiteli per 3/4. Metteteli in forno  a bagno maria a 180° per 20/25 minuti. Quando saranno dorati toglieteli dal forno, e aspettate 10/15 minuti prima di girarli nel piatto. Grattugiate sopra del tartufo fresco e mangiate con gusto. 

10 novembre, 2014

Tigelle


Queste piccole tigelle risolvono molti problemi a tavola, sono sempre gradite da grandi e piccini e possiamo prepararle anche un pò prima e scaldare all'ultimo minuto.
Io le utilizzo spesso abbinate a delle grandi insalatone miste per una simpatica e sfiziosa cena



Ingredienti:

250 gr di farina 0 Molino Chiavazza
75 gr di acqua tiepida
75 gr. di latte oppure metà latte e metà panna
12 gr di lievito di birra
1 cucchiaio di sale fino


Preparazione:

Preparate la pasta e lasciate lievitare per circa 2 ore o fino a che abbia raddoppiato il suo volume. Stendetela con le mani a cm. 1,5 di spessore, ricavate con un coppapasta dei cerchi che cuocerete su una piastra per 15 minuti. Tagliateli a metà e farciteli come meglio credete, io ho utilizzato del capocollo o lonza , formaggio e prosciutto cotto, stracchino e salsiccia. Possiamo anche riempirli con melanzane grigliate e mozzarella, zucchine e frittata ognuno scelga il ripieno secondo i propri gusti.Buon appetito.

09 novembre, 2014

Crema gianduia

In una giornata piovosa e noiosa ho visto in TV Sara Papa che preparava una crema gianduia e non ho potuto fare a meno di provarla.
Certamente la sua sarà migliore, ma anche la mia non è venuta niente male.
Avevo tante nocciole da schiacciare e ho deciso di utilizzarle per questa crema.


Ingredienti:
 gr. 300 di cioccolato fondente
gr. 400 di latte condensato
150 gr. di panna
200 gr di pasta di nocciole.

Preparazione:

Per preparare la pasta di nocciole si mettono in un mixer le nocciole  tostate e si fanno andare  per  15/20 minuti fino a quando diventano una pasta, io ho aggiunto anche 1 o 2 cucchiai di panna.
Invece per peparare il latte consensato se non volete comprarlo potete utilizzare la ricetta di
500 gr. di zucchero a velo
375 ml. di latte intero

Mettere in una pentola zucchero, latte, e scaldarli a fuoco lento finché il tutto si sarà amalgamato e sciolto. Alzare la fiamma e portate a ebollizione, mescolando continuamente per circa 10 minuti dall’inizio dell’ebollizione ed ecco pronto il latte condensato.
Fate fondere il cioccolato  a bagno maria, fatelo raffreddare leggermente unite la panna a temperatura ambiente il latte condensato e la pasta di nocciole, tenetelo sul fuoco per 5/7 minuti  senza farlo bollire. Potete utilizzare la crema anche sul pane somiglia molto alla nutella. Mettetela nei vasetti e conservatela nel frigorifero, per alcuni giorni.

07 novembre, 2014

Crema di fagioli e cozze

Oggi ho deciso di preparare una crema di fagioli, veloce  veloce se vogliamo utilizzare i fagioli in barattolo, oppure  dedichiamogli un pò più di tempo utilizzando fagioli freschi.
Molto semplice ma credetemi buona e di grande effetto


Ingredienti:

1 barattolo di faglioli oppure dei fagioli freschi
1 cipollina
1 carota
1 gambo di sedano
400 gr. di cozze
1 spicchio d'aglio
mezzo bicchiere di vino bianco
olio evo
sale e pepe bianco


Preparazione

Se utilizzate i fagioli freschi metteteli nella pentola a pressione con la cipolla, la carota e il sedano e fate cuocere per 15 minuti. Se utilizzate i fagioli in barattolo, in una casseruola mettete olio, carota, cipolla, sedano, il tutto  tagliato sottilmente unite i fagioli, dell'acqua e fate cuocere per 15 minuti, sale.. Frullate il tutto e se volete  filtrate la crema ottenuta. In una padella mettete l'aglio e l'olio con le cozze mezzo bicchiere di vino bianco e fatele aprire togliere il  mollusco dalle conchiglie, e filtrare il liquido. Mettete la crema di fagioli nel piatto disponete le cozze al centro, qualche cucchiao del liquido filtrato, una giro d'olio e una spruzzata di pepe bianco. Buon appetito

06 novembre, 2014

Baguette

Ogni volta che devo preparare l'impasto per il pane mi vengono in mente  i racconti di mia madre, di quando da piccola panificare era una gioia , e tutte le ragazze di casa partecipavano con entusiasmo. Quasi nessuno aveva i soldi per pagare la cottura del pane, pertanto venivano lasciate 2 o 3 pagnotte alla fornaia in cambio della cottura. Io l'ho sempre comprato dal fornaio ma oggi ho deciso di preparare delle baguette, molto leggere, speriamo che tutto vada bene.




Ingredienti:

500 gr. di farina 0 Molino Chiavazza 
320 gr di acqua tiepida
12 gr. di lievito di birra
1 cucchiaino di sale

Preparazione:

Impastare 100 gr di farina con 60 ml di acqua e il lievito e lasciar lievitare per 1 ora. Impastare la farina rimasta, il sale , la pasta lievitata e  l'acqua e lasciar nuovamente lievitare per 1, 30 ora. Dividete l'impasto in 4 parti uguali e schiacciate ogni pezzo a rettangolo, arrotolatelo  e mettetelo in una teglia con carta forno. Su ogni filoncino fate 3/4 incisioni, bagnate con olio e acqua,  lasciate lievitare per 1 ora circa. In forno per 10 minuti a 200° e 15/20 minuti a 180°. Buonissime queste baguette, soprattutto semplici, le mie non sono perfettamente uguali, ma è il bello di farle in casa. 

03 novembre, 2014

Funghi sott'olio

In questo periodo bisognerebbe stare a cucinare e mangiare spesso i funghi, ma sinceramene vengono a noia, poi è bello conservarli e mangiarli nei vari periodi dell'anno.
Ho deciso di preparare i funghi finferli, giallerini, gallinacci o come li chiamate, sott'olio, in modo da avere in dispensa un contorno o un antipasto veloce.
Non ci vuole nemmeno tanto tempo, non si utilizza ne vino ne aceto, ma sono ottimi.


Ingredienti:

700 gr. Funghi finferli
4/5 spicchi di aglio
prezzemolo
timo
un pizzico di peperoncino (facoltativo) oppure pepe bianco
sale

Preparazione:

Pulite molto bene i funghi, io devo dire che se sono molto sporchi li lavo in acqua corrente, fate imbiondire  gli spicchi di aglio in una padella con abbondante olio, gettateli via e mettetevi  i funghi tagliati a pezzi se sono grandi,  ma i piccoli mi piace lasciarli interi. Fate cuocere per 5 minuti, versatevi il prezzemolo tritato e il timo un pizzico di peperoncino    salate e fate insaporire per altri 5 minuti. Versate il tutto nei barattoli, coprite con olio di oliva e fate bollire per circa 20 minuti. Conservateli in luogo fresco, dopo 1 mese circa sono pronti.

02 novembre, 2014

Torta caprese

Questo è un dolce classico della pasticceria partenopea,  originario dell'isola di Capri, un trionfo di cioccolato e mandorle  senza farina e senza lievito.
Ottimo a fine pasto, ma anche per uno spuntino con gli amici o una saporita colazione.

Assaggiatene almeno una fetta con crema pasticcera, o salsa alla vaniglia, oppure con panna montata, a voi la scelta

 Ingredienti:

200 gr di cioccolato fondente
200 gr di mandorle
200 gr di zucchero
150 gr. di burro
4 uova grandi
zucchero a velo

Preparazione:

Tostate le mandorle in forno per circa 10 minuti e tritatele nel mixer. Dividete i tuorli dall'albuni e montare quest'ultimi con 50 gr di zucchero e un pizzico di sale a neve ferma.
Sciogliete a bagnomaria il cioccolato   e  lasciatelo raffreddare.
Montare il burro a temperatura ambiente con lo zucchero fino a farlo diventare spumoso e aggiungere 1 tuorlo alla volta. Unire il cioccolato tiepido, e le mandorle, e mescolare bene, unire  gli albumi montati e maneggiare dall'alto verso il basso per non smontare il composto. Imburrate una teglia con cerniera  e versatevi il composto in forno a 180° per 40/45 minuti.

31 ottobre, 2014

Riso ai gobbi

Oggi ero sola a pranzo, non sapevo cosa mangiare, alla fine mi sono decisa , avevo dei cardi lessati in frigorifero così ho  preparato un bel risotto veloce, veloce ma molto buono.
Gli ingredienti li avevo tutti in casa,così è stato molto facile.
Un sapore nuovo, io l'ho messo in un coppapasta ma voi fate come meglio credete.
 

 Ingredienti:
 
250 gr. di riso
300 gr. di gobbi lessati
2 uova
1 limone
aglio
grana padano grattugiato
erba cipollina
sale e pepe
 
 
Preparazione:
 
Lessate il riso, nel frattempo fate dorare in olio 2 spicchi d'aglio che poi toglierete, mettetevi i gobbi tagliati in piccolissimi pezzi, fate cuocere per 5 minuti, sale e pepe, scolate il riso qualche minuto prima della cottura completa e finitelo di cuocere nella padella con i gobbi,  ricordatevi di mettere da parte un pò dell'acqua di cottura che  unirete piano piano. Sbattete le uova con il succo di limone, quando il riso è cotto unite il composto,   fuori dal fuoco e mantecate con del parmigiano. Ricordate i riso deve essere all'onda, oppure se lo volete più asciutto  fate come ho fatto io mi sono aiutata con un coppapasta, potrebbe essere un'idea per servirlo anche come antipasto, o mini porzione.
Un sapore nuovo ma credetemi molto molto gradevole.

30 ottobre, 2014

Rose di mele

Oggi mi hanno regalato delle mele, anzi chiamiamole meline perchè sono piccole, e cresciute solo con acqua e sole, quindi biologiche, e vi assicuro che sono buonissime, croccanti e profumate, tra l'altro sono le fuji che è la mia mela preferita.
Non sono mele commerciali, chi le coltiva le mangia, non le vende,  quindi sono naturali, unica pecca, se così si vuol dire,  è che bisogna sbucciarne e mangiarne 2 invece di una.
Ho deciso di preparare un dolcetto insolito, le rose di mele, una ricetta semplice , buona e soprattutto di grande effetto, si può mangiare a fine pasto  oppure perchè non utilizzarle per decorare una torta?
Ingredienti:

2 mele
1 rotolo di pasta sfoglia meglio se quadrata
1 limone
1 uovo
2/3 cucchiai di zucchero
2/3 cucchiai di acqua
cannella in polvere
zucchero a velo


Preparazione:

Ho diviso a metà le mele e ho levato  il torsolo,  ho lasciato anche la buccia, tagliatele a fettine sottili se avete con una  mandolina, (le fettine sono di metà mela) e mettetele in una ciotola con il limone spremuto. Mettete    sul  fuoco in una padella  l'acqua, lo zucchero e le mele scolate dal liquido, fate cuocere per circa 4/5 minuti, spolverizzate di cannella.
Scolatele e lasciatele raffreddare,  tagliate la pasta sfoglia in strisce per tutta la lunghezza e larghe 5 cm.,  mettete  le fettine di mela sulle strisce  una accanto all'altra , accavallandole un pò   la parte con la buccia dovrà  uscire fuori, piegate la pasta rimasta sulle mele e arrotolate. Credetemi  è più diffice spiegarlo che farlo. Lucidatele con l'uovo sbattuto e spolverizzatele di zucchero a velo in forno a 180° per 20/25 minuti.

27 ottobre, 2014

Risotto ai funghi e zafferano

Oggi preparerò un bel risotto   ai funghi con porcini, giallerini e zafferano,  e timo che sta benissimo con i funghi.
Basta poco per preparare questo piatto, se non trovate i funghi freschi, comprate quelli coltivati, ma unite anche dei funghi porcini secchi che daranno sapore.




Ingredienti:

250 gr di riso
brodo di verdure (carota, cipolla e sedano)
200 gr. di finferli o giallerini
2 porcini
1 scalogno
1 noce di burro
1 bustina di zafferano oppure pistilli
mezzo bicchiere di vino bianco
sale
pepe bianco


Preparazione:

Preparate il brodo di verdure, mettete in una padella dai bordi alti lo scalogno tritato la noce di burro e l'olio evo, far rosolare unire il riso e farlo tostare, sfumare con il vino bianco. Nel frattempo rosolate i funghi tagliate a piccoli pezzi,  e unirli al riso, aggiungere brodo lentamente , unire 5 minuti prima della cottura completa   lo zafferano sciolto in brodo bollente, vi ricordo che il riso non deve essere asciutto ma all'onda.

26 ottobre, 2014

Patate rustiche ripiene

Questo è uno dei miei  piatti preferiti, niente di particolare ma ogni volta che lo
mangio ricordo con piacere la grande cucina di mia nonna, quel calore delle stufe economiche, e la magia di quei sapori semplici e genuini di un tempo.
Spesso mi metteva a cuocere le patate  con la buccia sotto la cenere se il camino era acceso,  oppure dentro il forno della stufa a legna.
Quando erano cotte , le svuotava e le riempiva con salsiccia, uova e formaggio, un secondo a gratinare e via nel piatto, per i nipoti.

Ho deciso di preparare anche  questo piatto per il  contest di Peperoni e patate in collaborazione con i Formaggi della  Svizzera, in particolare:  l'Emmentaler DOP  che ho utilizzato per questa ricetta e Le Gruyère DOP.


Ingredienti 
patate di media grandezza
1 salsiccia
1 uovo
50 gr. di formaggio svizzero Emmentaler
sale

Preparazione
Lavate bene la buccia e mettete a cuocere 4 patate  nel microonde per  18 minuti alla massima potenza, oppure  in forno singolarmente con carta d'alluminio o carta forno.A fine cottura fate un'incisione sulla patata e  togliete  qualche cucchiaino di polpa, mettete al fuoco in un padellino con la salsiccia sbriciolata e  pochissimo olio, fate rosolare, spegnete il fuoco  unire   l'uovo, la patata schiacciata, e una parte del formaggio Emmentaler, mantecare e riempire le patate con il composto. Spolverizzare sopra con altro Emmentaler a scaglie,  poi in forno o nel microonde per una completa doratura.Piatti semplici della mia infanzia ma buoni e saporiti.

25 ottobre, 2014

Tortelli ai funghi finferli o giallerini



In Toscana quando si parla di tortelli si intendono quelli con ricotta e spinaci, diceva sempre la mia mamma,   ma a me piace prepararli con verdure fresche in primavera, ed in autunno con i funghi.
I funghi porcini sono ottimi per questo piatto, ma a mio avviso hanno  un gusto troppo forte, ecco perchè io per prepararli utilizzo i finferli, noi li chiamiamo giallerini o galletti, sono molto più delicati, e credetemi ne vale proprio la pena. Il tocco finale al piatto è dato proprio dal Formaggio svizzero Gruyère.

Con questa ricetta partecipo al contest di
Peperoni e patate in collaborazione con i Formaggi della  Svizzera, in particolare:  l'Emmentaler DOP e Le Gruyère DOP che ho utilizzato per questa ricetta.

Le Gruyère  ha una polpa bianco avorio, il sapore e l'aroma sono delicati ma persistenti, sapore dolce ma piccante  credetemi è  ottimo per preparare sfiziosi antipasti, e raffinate ricette.

L'Emmentaler ha invece un profumo e un  sapore molto delicato e aromatico con un sentore di noci, e  una pasta color avorio tendente al giallo ed è molto versatile nella preparazione di piatti, insomma è il famoso formaggio con i buchi, si quello che da  bambina credevo fosse il cibo preferito dei topolini.

Sono due splendidi prodotti che mi fanno venire in mente  un  prato fiorito,  l'Emmentaler  delicato e gentile mi ricorda la margherita, e le  Gruyère dal profumo persistente e graffiante, una fresia.

Ingredienti: 
per la pasta
200 gr. di farina
2 uova

per il ripieno:
1 patata lessata possibilmente al vapore
300 gr di finferli
1 uovo
una noce di burro
olio evo 
1 spicchio di aglio
60 gr. di gruyère grattugiato a scaglie
timo fresco
 sale e pepe

Lavate i funghi e metteteli in padella con la noce di burro, 1 cucchiaio  di olio evo e aglio tritato,  fate cuocere per 10/15 minuti fino a quando l'acqua di vegetazione sarà evaporata. Tritateli con un coltello, lasciatene da parte  alcuni, metteteli in una ciotola con la patata schiacciata, l'uovo una parte del gruyère sale e pepe, e amalgamate gli ingredienti. Preparate la pasta lasciatela a riposo per almeno 15 minuti,  io ho tagliato con un coppapasta dei cerchi riempiti con l'impasto che ho piegato a mezzaluna. Lessate in acqua bollente, e passateli in padella con i funghi che avete messo fa parte e del timo fresco, cospargete di gruyèere a scaglie . Buon appetito

24 ottobre, 2014

Funghi porcini fritti

Sono poche le persone a cui non piace mangiare i funghi, io sono una di queste. Preferisco un bel piatto di asparagi, mentre a mio marito piace soprattutto andare a cercarli, ma anche mangiarli.
Possiamo prepararli  arrosto, trifolati, fare una bella zuppa, un buon sughetto sia in bianco che con il pomodoro, ed anche fritti.
Certamente fritti sono buonissimi (così dicono), e visto che in famiglia li adorano oggi per pranzo funghi fritti.
Semplici da fare, ma la cosa più importante è friggere con un buon tipo di olio di girasole  o di semi o addirittura con olio evo.


 Ingredienti:

funghi porcini 
oppure olio di semi Oio
sale


Preparazione.

Pulite i funghi con un panno umido tagliateli a fette non  molto sottili , mettete della farina in un piatto e rotolatevi  i funghi, metteteli in un colino e setacciate facendo cadere la farina in eccesso. Friggeteli in  abbondante olio caldo per pochi minuti salateli al momento di portarli in tavola.
Semplici ma credetemi gustosi.

16 ottobre, 2014

Pane ai 5 Cereali

Oggi ho deciso di preparare  il pane ai 5 cereali fatto in casa. Qualche giorno fa sono andata a fare la spesa e ho trovato la farina con i semi di girasole. Devo dire che io adoro questo tipo di pane, e perchè non provare a farlo?
Ho provato a cercarlo sul web, ma ognuno ha una sua ricetta, così ho chiesto ad una mia amica la sua ricetta, che poi ho modificato secondo le mie esigenze.
Mentre cuoceva in cucina si sentiva un odore magnifico che mi ricorda molto gli anni della mia infanzia quando nonna lo preparava nella stufa a legna.


 Ingredienti:

500 gr di farina ai 5 cereali con semi di girasole
25 gr di lievito di birra
350 ml. di acqua tiepida
12 gr. di sale fino
5 gr. di zucchero
semi di sesamo
2 cucchiai di olio evo Frantoio Colline del Fiora Pitigliano

Preparazione

Scioliete il lievito in acqua e mettete la farina a fontana unite lo zucchero , l'olio e il lievito sciolto impastate con cura, unite il sale e continuate ad impastare per circa 10 minuti, fino a quando il composto sarà morbido ma elastico. Di solito io utilizzo la planetaria per l'impasto, ma anche a me capita spesso di farlo a mano.
Ungete una ciotola con olio e mettetelo a lievitare per 1 o 2 ore fino a quando avrà raddoppiato il suo volume.
Maneggiatelo delicatamente  e formate dei filoncini che metterete a lievitare  su una teglia con carta forno, incideteli e spennellateli con olio , quindi cospargeteli di semi di sesamo.
Dopo circa 30/40 minuti metterli in forno caldo a 200°  per 30/40 minuti. 

15 ottobre, 2014

Pizza ligure soffice

La focaccia alla genovese è una specialità della cucina ligure che a me piace tantissimo, deve essere alta almeno 2 centimetri, croccante, morbida e friabile, e lucida di olio evo.

Per prepararla ci sono tanti modi diversi, io da anni utilizzo questa che mi è stata data da una signora di Genova, e devo dire che il risultato è ottimo.



Ingredienti:

gr.600 di farina 0
gr. 25 di lievito di birra
acqua tiepida 400 ml.
sale 20 gr.
zucchero 2 cucchiaini
olio evo Frantoio Colline del Fiora Pitigliano
sale grosso

Preparazione:

Sciogliete il sale fino  in acqua tiepida,  unite lo zucchero, metà olio e metà farina e impastate otterrete una pastella fluida, unite il lievito sbriciolato maneggiate e la restante farina, impastate per almeno 10 minuti , l'impasto sarà omogeneo ma appiccicoso. Mettete a lievitare per 1 o 2 ore  in una teglia unta di abbondante  olio e ungete il panetto anche sopra. Quando l'impasto avrà raddoppiato il suo volume stendetela nella teglia e spennellate con altro olio e cospargetelo di sale grosso, far lievitare per un'altra mezz'ora.
Trascorsa la mezz'ora  fate dei buchi con i polpastrelli su tutta la superficie e mettete ancora l'olio rimasto. Fate lievitare ancora mezz'ora e mettete in forno a 200° per almeno 15 minuti, ma prima di infornare spruzzate la superficie di acqua a temperatura ambiente.

14 ottobre, 2014

Snack di polenta profumati al rosmarino





Siamo in autunno, tempo di castagne, di funghi e di polenta. 

I funghi li abbiamo trovati nel mese di agosto, a settembre e primi di ottobre nelle mie zone ha piovuto molto poco e ancora non si trovano,  speriamo, chissà, le castagne le stiamo raccogliendo.

Adoro mangiare la polenta, questa volta ho voluto preparare degli snack da servire come antipasto, con farina di mais bianco, che è molto delicata,  semplici da prepare,  e uno tira l'altro



Ingredienti:

250 gr di farina di mais bianco Molino Rossetto
750 ml. di acqua
mezzo bicchiere di latte
un pizzico di sale fino
rosmarino fresco
una noce di burro
olio evo Frantonio Colline del Fiora Pitigliano

Preparazione:

Mettete a bollire l'acqua   e fate la polenta io ho utilizzato  la farina di mais bianca precotta del Molino Rosseto che a mio avviso è buonissima. Insomma fate la polenta nel solito modo, unite anche il mezzo bicchiere di latte e alla fine la noce di burro. Versatela in un tagliere di legno e livellatela a 1 centimetro e fatela freddare. Tagliate delle listarelle oppure a  rombi come meglio credete, e metteteli in una teglia su carta forno unta di olio di oliva sotto il grill per farle dorare. Tritate del rosmarino fresco con del sale grosso e quando sono dorate spolverizzatelo sopra. mi raccomando devono prendere un bel colore dorato.
Questo è una maniera un pò insolita di servire un antipasto, uno snack con della polenta bianca. Provatela e vedrete che successo.

17 settembre, 2014

Pizzoccheri a modo mio

Quest'anno in vacanza ho mangiato i pizzoccheri, e sebbene non era la prima volta che li assaggiavo, mi sono piaciuti molto. 
Qualche volta ho comprato quelli secchi, ma devo dire che non li amo molto.
Ho provato  a farli, ma la prima volta non sono venuti bene, ma la seconda sono stati un successo.
Sono un piatto tipico della valtellina ma io li ho un pò modificati, e li ho chiamati a modo mio proprio per non scandalizzare i valtellinesi.




 Ingredienti:

 per la sfoglia
150 gr di farina di grano saraceno
100 gr di farina 0
1 uovo
3 cucchiai di latte 
un pizzico di sale 
acqua fredda

per il condimento
2/3 patate
300 gr di verza oppure di fagiolini o di bietola
200 gr. di formaggio casera, io ho utilizzato la toma
4 spicchi di aglio
150 gr di burro

 Preparazione:

Mischiate le due farine, unite l'uovo, il latte , l'acqua  il sale  e cominciate ad impastare dovrà risultare un impasto morbido ed elastico. Lasciatelo riposare per mezz'ora. Stendete la pasta a uno spessore di 2-3 millimetri  e  fare delle strisce di 7-8 cm.che infarinerete e sovrapporrete per tagliare delle piccole tagliatelle di 7 millimetri. Mettete a bollire dell'acqua, salatela e mettetevi le patate tagliate a piccoli pezzi e la verza cuocete per 15 minuti,  mettete a cuocere i pizzoccheri nella stessa acqua. Scolateli e metteteli una metà in   una pirofila, condite con il burro fuso in cui avrete rosolato gli spicchi di aglio e spolverizzate di formaggio, fate un'altro strato condito allo stesso modo  e portate in tavola. E' un piatto completo, preparate una bella insalata e il pranzo è pronto.

16 settembre, 2014

Insalata di pollo profumata al sesamo

Dopo molti giorni di assenza  oggi finalmente ho trovato il tempo per pubblicare qualche piccola ricetta. Non ricette complicate ma semplici e facili da preparare, che però spezzano  la monotonia degli stessi piatti.
Io mangio molto spesso il pollo, oggi ho unito delle  verdure croccanti a del semplice pollo grigliato, ma potete preparare questo piatto anche con del pollo arrosto o lesso  avanzato.
 

Ingredienti:
 300 gr. di petto di pollo
2 cetrioli
1 finocchio
1 cipollotto
semi di sesamo
aceto o limone
sale 

Preparazione:
Mettete a cuocere su una griglia bollente il petto di pollo, poi tagliatelo a striscioline. In una ciotola tagliate  i cetrioli, il finocchio, il cipollotto a piccoli pezzi, unite le striscioline di petto di petto  salate e condite con olio evo e aceto o limone, e mettete al fresco in frigorifero. In un pentolino caldo mettete i semi di sesamo e fateli tostare, vi serviranno per spolverizzarli sopra al momento di servire il piatto.
Semplice ma buono provatelo. 

29 agosto, 2014

Tagliatelle alla norcina

Che buoni i tartufi hanno soltanto un grande difetto, il loro prezzo, comunque ogni tanto una soddisfazione bisogna cavarsela nella vita non credete?
Ogni volta che parlo di tartufo, sorrido ricordando mia madre, che purtroppo ci ha lasciato da poco. Mia madre era una persona semplice, che al pranzo di cresima di mio figlio, tutto a base di tartufo in un ristorante locale , mi chiamò e mi disse se poteva ordinare qualcosa di diverso,  perchè la pasta aveva un odore strano di gas, e non riusciva a mangiarla.Quando le spiegai che era il tartufo lei mi disse : "cervellina hai speso tanti soldi per un pranzo che puzza di gas, non era meglio un piatto di tagliatelle con un buon ragù?" Lei non amava il tartufo anzi lo detestava.
Devo dire che a me piace il tartufo, grattato sopra un uovo al tegamino, sulla pizza, nella pasta, di solito io lo compro fresco, oppure nei vasetti sott'olio, odio le creme, perchè hanno un odore troppo forte, e vengono utilizzati aromi chimici.
Preparare questa pasta è molto semplice, si prepara velocemente e riesce sempre bene.
 
 
 Ingredienti:
 
250 gr. di tagliatelle
2 acciughe sotto sale
tartufo 
prezzemolo
2 spicchi di aglio

Preparazione:

Mettete in una padella  abbondante olio evo con gli spicchi di aglio e fateli rosolare, togliete dal fuoco e mettetevi le acciughe, lavate e fatele sciogliere, unite un pò di tarfufo. Lessate la pasta e saltatela nel sughetto, unite ancora del tartufo, spolverizzate con prezzemolo fresco e servite. 
Ogni tanto si può fare non credete?

27 agosto, 2014

Trofie con gorgonzola e pistacchi

Sono stata in ferie sul lago di Garda,  posti splendidi e soprattutto un lago pulitissimo, si vedeva il fondale.  Abbiamo prenotato un hotel B&B a Castelletto di Brenzone, l'Hotel Sorriso, gli albergatori sono ottime persone simpatici e cordiali, l'hotel piccolo ma carino e  pulito  sulla via centrale davanti al lago.
Ho mangiato benissimo, tra l'altro anche degli gnocchetti al gorgonzola e pistacchi. Questo piatto lo preparerò senz'altro a mio figlio Gabriele quando  verrà a trovarmi visto che lui adora il gorgonzola. A me è piaciuto molto, è molto semplice e si prepara in pochi minuti e il successo è garantito, e possiamo abbinare questo sughetto a qualsiasi tipo di pasta , infatti io ho utilizzato le trofie.


Ingredienti:
 
300 gr di trofie fresche
200 gr di gorgonzola dolce
mezzo bicchiere di latte
100 gr di granella di pistacchi
 
Preparazione:
 
Cuocete la pasta, nel frattempo mettete in una padella il latte e portatelo a bollore, sciogliete il gorgonzola dolce, io ho usato quello con mascarpone, ma dipende dai gusti. Lessate la pasta e fatela saltare nella padella, spolverizzate di granella di pistacchi e servite.
Poco lavoro per una buon piatto di pasta, saporito e  un po' diverso dal solito.

13 agosto, 2014

Cestini di frutta con more e pesche

D'estate quando sono in ferie, e ho molto più tempo,   adoro preparare a fine pasto un dolcetto sfizioso, non molto elaborato, ma fresco,  con tanta frutta, visto che in questo periodo c'è l'imbarazzo della scelta.
Mangiare  un dolce con la frutta fa bene ed  è leggero, e bastano  pochi ingredienti della dispensa e  possiamo fare un figurone.

 Ingredienti:

per 12 cialde

2 uova
150 gr di zucchero a velo
120 gr. di farina 00 Molino Chiavazza
una noce di burro

2 pesche 
un cestino di more
crema pasticcera

Preparazione: 

Sbattete le uova con lo zucchero, unite la farina, foderate con carta forno una placca, e aiutandovi con un coppapasta  mettete sulla carta forno unta di burro dei cerchi di impasto, circa 11/12. Mette in forno per 4 minuti a 200°. Appena cotti sfornateli e metterli sul fondo di una tazzina e premete con le mani, lasciateli freddare e avrete degli splendidi cestini. Riempiteli con la crema pasticcera e frutta fresca, io ho utilizzato delle more e ho ricavato dalla pola di pesca dei fiorellini. Se volete cospargete di zucchero a velo, io li adoro al naturale, che si veda la frutta.

11 agosto, 2014

Torta dolce di zucchine

Le zucchine in questo periodo sono ottime, allora, perchè non utilizzarle per preparare una splendida torta dolce?
Sembrera' strano, ma se utilizziamo le carote per fare le torte perchè non utilizzare le zucchine visto che sono dolci anche queste?
Ho provato e devo dire che il successo è stato grandioso, anche mio figlio che non mangia le zucchine ne ha divorato una bella fetta.
Una torta molto semplice, originale e molto molto gustosa. Credetemi provatela e non ve ne pentirete.
 Ingredienti:
250 gr di zucchine
230 gr. di farina 00 Molino Chiavazza
200 gr. di zucchero
100 gr di farina di mandorle oppure di nocciole tritate
2 uova
mezzo bicchiere di olio ( io uso quello di arachidi, ma anche olio evo)
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
zucchero a velo

Preparazione:
Grattugiate le zucchine a julien, con un pizzico di sale, e mettetele in un canovaccio  che strizzerete ben bene  per far perdere l'acqua. Intanto sbattete le uova con lo zucchero, unite le zucchine e l'olio, la farina di mandorle o le nocciole, quindi la farina a cui avrete mischiato il lievito sbattete bene e mettete l'impasto in una  tortiera imburrata, o ricoperta di carta forno. Cuocete per 45 minuti a 180°. Fate raffreddare e cospargetela di zucchero a velo. Io l'ho servita con una crema pasticcera profumata alla vaniglia.